L’ICT è una leva per la competitività

L’ultimo report Assinform racconta le opportunità da cogliere

Per le imprese italiane, l’ICT non viene più visto come un costo da sostenere – e di cui poter fare a meno – ma come leva strategica per la competitività. La visione è cambiata e digitale non significa “fare vecchie cose in modo diverso”, ma trasformare il business per posizionarsi in modo diverso e presidiare gli ecosistemi digitali.

Il Rapporto Assinform è da anni il testo di riferimento per tutti coloro – operatori del settore, aziende utenti, rappresentanti istituzionali, amministratori pubblici, studiosi – che desiderano avere informazioni esaustive sul settore ICT.

Ecco un’analisi approfondita degli ultimi dati. Con un valore stimato di 25 miliardi di euro, il mercato IT cresce del 3,1%. Buone le prestazioni in tutti i settori, sui quali svetta l’eCommerce B2C. Importante crescita (+16%) dei “digital enabler”.

Focalizzazione su “digital enabler”: Internet of Things, progetti di Customer Journey, Big Data e Cyber Security.

Ecco perché questi dati ti riguardano da vicino

  • Il software e le soluzioni continueranno a crescere. Perché è importante?
    Significa che si stanno espandendo gli strumenti digitali ed è il segnale più evidente di un percorso di trasformazione digitale avviato. Perché, a differenza dell’hardware, gli investimenti in software si sviluppano quando nascono nuovi bisogni e quando c’è fiducia nell’andamento del mercato.

 

  • Segno più anche per i servizi ICT. Cosa cambia rispetto al passato?
    Le infrastrutture diventano più complesse e più diffuse. Consulenze, manutenzione e gestione cresceranno di conseguenza. Non solo: più i sistemi diventano centrali nella vita di un’impresa, più devono essere affidabili. E poter garantire un elevato livello di servizio sarà sempre più necessario.

 

  • Gli investimenti in dispositivi e sistemi hanno una crescita costante. Cosa significa?
    In parte è dovuto al normale trend di sostituzione dei macchinari. Ma, in questa fase dello sviluppo tecnologico, computer fissi e portatili vengono rimpiazzati molto lentamente. A giustificare il segno più c’è il mobile. E ha aperto la strada a un’altra generazione di servizi, come quelli di sicurezza dedicata al mobile.

Cosa aspettate, investite nell’ICT.